Leutelmonte - Sito Ratatue

Vai ai contenuti

Menu principale:

Leutelmonte

Canzoni La Bià del Tép
La canzone solo alla fine svela che Leutelmonte è un personaggio leggendario, anche se  gli studiosi per un periodo hanno pensato fosse realmente vissuto. La leggenda è interessante anche perché a Leutelmonte è attribuita una via di Esine, inoltre, sempre nello stesso paese, è presente un affresco che lo raffigura. Si racconta che fosse nato a Esine e che dovette abbandonare il paese offrendo agli eserciti stranieri le sue abilità guerresche. Da altre fonti si scopre che Leutelmonte era un feudatario e agli inizi del 1100, dopo essersene impossessato, regnava su tutta la Valtenesi dalla Rocca di Manerba, presso il lago di Garda.
Si narra della sua impresa di liberare Engarda, figlia del signore di Brescia Ardiccio degli Aimoni, che il signore del castello di Breno teneva prigioniera. Salvandola l'aveva condotta con sé nel castello della Rocca di Manerba del Garda. In seguito, all'interno di una serie di lotte con i Valvassori Bresciani, fu indotto a prendere le armi contro la città di Brescia. Radunò circa 7000 uomini marciò con i suoi compagni Giraldo e Mazzucco, fino alle porte della città dove fu sconfitto da Ardiccio e trovò la morte in battaglia.


Dimmi Leutelmonte
quando armato di corazza
giovane ribelle
eri spavaldo nella piazza
con la spada in mano
immaginavi di battaglie
di impavidi guerrieri
e  condottieri valorosi

Va… il tempo va    va…
intanto il tempo va

Giovane brigante
sguardo fiero sguardo duro
la spada come legge
ed un destino insicuro
per salvar la testa
lasci Esine e la valle
per Ottone primo
sei un soldato valoroso

Va… il tempo va
va… intanto il tempo va

Sempre più feroce
e con più sete di potere
ti macchi di delitti
sei per tutti un criminale
per sfuggire al cappio
Leutelmonte torni in valle
ti beffi della legge
coi tuoi ladri ed assassini

Dimmi Leutelmonte
ormai feroce condottiero
signore delle terre
temuto e rispettato
migliaia di soldati
che ti seguono fedeli
migliaia di nemici
che voglion la tua testa

Va… il tempo va
va… intanto il tempo va

Chi troppo vuole poco stringe
e poco hai stretto tu
il destino era già scritto
adesso non respiri più
quel giorno presso Brescia
la sconfitta era nell’aria
implacabile la sorte
ha catturato la tua vita

Va… Leutelmonte va
Va… Leutelmonte va

Questa tua leggenda
sembra proprio verità
forse sei piaciuto
oppure no chissà
eroe del millecento
sei arrivato fino a noi
strade case rocche
affreschi parlano di te

Va… Leutelmonte va
va… Leutelmonte va
Per news ed eventi visita
la Nostra pagina Facebook
Torna ai contenuti | Torna al menu